Primo brusco stop per la Sinermatic a Fabriano

October 20, 2019

 

Si interrompe a Fabriano la corsa della capolista New Flying Balls. Nella splendida cornice del PalaGuerrieri (presente anche una bella e rumorosa rappresentativa della tifoseria organizzata ozzanese) i ragazzi di coach Federico Grandi subiscono la prima sconfitta stagionale,un pesante 85 a 61 che permette alla formazione fabrianese di agganciare in vetta a quota 8 punti la stessa Ozzano, insieme ad un altro gruppetto di squadre.

 

Dopo un avvio equilibrato (4-6 al 3’) il primo mini strappo lo da la formazione di casa con una tripla di Merletto e 5 punti di fila di uno straordinario Garri che costringe coach Grandi al timeout (12-6 al 6’). La schiacciata di Crespi da la sveglia alla Sinermatic, Morara da 3 punti accorcia le distante, Chiusolo e Dordei rispondono alla seconda tripla di Merletto e impattano il match a quota 15  all’8’. Merletto non smette di segnare dalla lunga distanza ma è un gioco da 3 punti di Chiusolo a ripristinare la perfetta parità alla prima sirena (18 pari).

 

Nel secondo periodo parte forte Ozzano con un tiro in sospensione di Montanari e una bomba di Corcelli per il +5 Flying Balls (18-23). Il primo vero vantaggio ozzanese da la carica alla formazione di coach Pansa che replica con un sonoro 15 a 2 di parziale (a segno Fratto e Petrucci su tutti) per il massimo vantaggio Fabriano al 16’ (33-25).   La Sinermatic è brava a restare unita e un’ottima difesa limita negli ultimi minuti l’attacco biancoblù. Ozzano trova preparati Iattoni e Montanari, ma è una tripla sulla sirena di Morara a riportare i biancorossi sotto di un possesso all’intervallo lungo (35-32).

 

In avvio di terza ripresa il duo Crespi-Morara permette alla Sinermatic di mettere nuovamente in naso avanti (37-38). Sarà però l’ultimo vantaggio Flying di serata. Garri fa 8 punti di fila (45-38), Dordei risponde da 3 per il -4 Ozzano al 25’ (45-41) ma è ancora la formazione di casa a segnare a raffica dall’arco con Petrucci, Merletto e Radonjic. Fabriano sfrutta inoltre una serata ai limiti della perfezione ai liberi (23/24) e trova la fuga decisiva. 31 a 14 il parziale del terzo quarto che proietta la Ristoprò sul +20 all’ultimo riposo (66-46).

 

Dopo una seconda metà di terzo quarto a senso unico con i padroni di casa in fuga spinti dal proprio pubblico, Ozzano non riesce nell’ultima frazione a ricucire il gap e riaprire i giochi. Ogni disattenzione difensiva viene pagata a caro prezzo, sia nel pitturato con Fratto, sia da fuori con Garri e Radonjic. La Sinermatic, spinta ed incitata nonostante il pesante passivo da un eroico Gruppo Skid, trova canestri con Montanari e Dordei ma alla sirena finale sarà 85 a 61 Ristoprò.

 

Per i marchigiani vittoria ampiamente meritata, frutto di una difesa intensa che ha limitato parecchio il potenziale offensivo ozzanese, e di una precisione al tiro onorevole. In casa Flying arriva invece il primo referto giallo della stagione. Una sconfitta che di certo non toglie ciò che di buono ha fatto la Sinermatic in questo primo mese di campionato, ma che da sicuramente importanti indicazioni a staff tecnico e Società su dove bisognerà lavorare per i prossimi difficili impegni contro Rimini (in casa sabato prossimo) e Piacenza (in trasferta fra 15 giorni). 

 

 

RISTOPRO’ FABRIANO – SINERMATIC OZZANO 85 – 61

Parziali: 18-18; 35-32; 66-46

 

FABRIANO: Fratto 8, Pacini, Petrucci 11, Del Testa 2, Paolin 7, Merletto 18, Ciocconcelli, Garri 18, Guaccio 6, Radonjic 13, Cianci 2 – All. Pansa

 

OZZANO: Morara 12, Chiusolo 7, Mastrangelo ne, Corcelli 3, Iattoni 7, Folli, Favali 1, Dordei 11, Lolli, Montanari 12, Crespi 8 – All. Grandi

 

Arbitri: Silvestri (RM) – Roberti (RM)

Spettatori: 1.700 circa

 

 

Ufficio Stampa Sinermatic Ozzano

Condividi su Facebook
Please reload

© 2019 by dvdvideoservice Italia

Dvd Service LOGO - 4 colori-07.png