IL BASKET AD OZZANO: UNA VERA TRADIZIONE

Se Bologna è considerata BasketCity, è forse troppo affermare che Ozzano sia “Basket Town”? Una cosa è certa, la Pallacanestro ad Ozzano dell’Emilia è il principale sport del paese, sia come seguito che come storia. Una storia che dura da ormai decenni.

Tutto iniziò nel  1987, quando in seguito alla realizzazione del Palazzetto dello Sport in Viale 2 Giugno inaugurato ad inizio Settembre, si trasferì dalla vicina Osteria Grande lo Sporting Club Gira, gloriosa società del Basket bolognese con tanti anni campionati di Serie A alle spalle e tanti Derby giocati con Virtus e Fortitudo. All’epoca il Gira giocava in Serie C, ma già nella primavera del 1989 arrivò la matematica promozione in Serie B2.

Categoria che il Gira Ozzano sotto la presidenza dell’ing. Gino Di Giansante tenne stretto per diversi anni, fino all’annata 1995/96 quando sotto la guida di coach Massimo Bernardi ottenne la storica promozione in B1, o se preferite Serie B d’Eccellenza.

Nei primi anni nel terzo campionato Nazionale il Gira Ozzano faticò, salvandosi sempre dalla lotteria dei play-out, o addirittura venendo ripescati dopo la retrocessione nella stagione 1999/2000. Ma fu dall’anno successivo che gli arancio-neri cominciarono a far sognare gli ozzanesi e tutti gli appassionati di pallacanestro bolognese. Nel 2000/01 arrivò la prima storica partecipazione ai play-off e l’approdo fino alle semifinali di Coppa Italia; l’anno successivo, invece, fu quello rimasto alla storia per i risultati ottenuti e per la rivalità sportiva che nacque con la città di Teramo.

Ozzano e Teramo infatti si scontrarono in finale di Coppia Italia e proprio in terra abruzzese con il punteggio di 69 a 73 furono gli arancioneri a portare in Emilia il trofeo, il primo della storia del Gira, il primo della storia per un paesino di poco più di 10mila anime come Ozzano. Ma non è finita. Il destino ha voluto che sempre in quella stagione il Gira, allenato da coach Gianni Zappi, dopo il 5° posto in regular season approdò fino alla finale promozione per la Serie A2; contro chi? Contro il Basket Teramo, ovviamente! Gara 1 in Abruzzo fu vinta dai teramani, gara 2 al Palazzetto di Viale 2 Giugno venne dominata dal Gira, la bella a Teramo fu, ahinoi, vinta dai padroni di casa che ottennero così la promozione in A2.

Dopo questa straordinaria annata il Gira Ozzano si salvò ai play-out per due anni, prima di ottenere due belle qualificazioni ai play-off (stagioni  2004/05 e 2005/06), chiuse entrambe ai quarti di finale, contro Patti prima e contro la Scavolini Pesaro di Carlton Myers poi. Nei due anni successivi arrivarono due salvezze ai play-out, la prima contro Senigallia, la seconda contro Vado Ligure. In quest’ultimo campionato, così come in quello successivo chiuso al 9° posto, ad Ozzano giocò per la prima volta un giocatore che poteva vantare un passato anche in NBA, Vincenzo Esposito, detto “El Diablo”.

Anche la stagione 2009/10 passò alla storia del Gira Ozzano. Una squadra giovanissima, sotto la guida di coach Stefano Salieri, ottenne in un campionato difficilissimo dove giocava anche la Fortitudo Bologna un meraviglioso 3° posto, dietro appunto a corazzate come Fortitudo e Forlì. Il “terribile” Gira di quell’anno impressionò molto per il bel gioco e mise in luce tanti giovani poi finiti in categorie superiori. Dopo aver battuto Verona ai quarti di finale dei play-off, il cammino del Gira si interruppe in semifinale, contro la Fortitudo,  che dominò al PalaDozza gara 1, e vinse di misura al PalaGira dopo un supplementare gara 2, in un Palazzetto gremito da oltre 1300 tifosi di ogni fede cestistica.

L’estate successiva fu turbolenta per il Basket ozzanese. Prima l’AD Stefano Dall’Ara annunciò l’addio al basket. Poche settimane dopo il Presidente Gino DI Giansante consegnò, fra le perplessità e le proteste dei tifosi arancioneri, il Gira alla famiglia Sabatini, che ne fece per la stagione 2010/11 una squadra satellite della Virtus Bologna. Il Gira Ozzano arrivò 14°, retrocedette in B2 e da quel giorno non si iscrisse più a nessun campionato senior.

Nello stesso anno intanto, una società nata nel 1980 e abituata a giocare nelle minor bolognesi cominciò a mettersi in luce. Si tratta dei New Flying Balls, presieduti da Paolo Cuzzani, che dopo la sparizione del Gira edopo aver festeggiato i 30 anni di attività divenne per la stagione 2011/12 la principale squadra di Basket ad Ozzano.

Un’annata storica per questa società quanto negativa vista la retrocessione in Serie C2. Ma dall’annata successiva i New Flying Balls Ozzano riuscirono, con progetti a medio-lungo termine, a riportare nel paese di Ozzano il basket che conta. Sotto la guida del giovane coach ozzanese Federico Grandi i New Flying Balls ottennero nel Giugno 2015 la Promozione in C Gold, e nel Maggio 2018 la promozione in Serie B; quest’ultima, grazie anche all’ormai uso dei Social fece con i video dei festeggiamenti il giro del web e venne celebrata anche da diversi ex giocatori che nel passato transitarono da Ozzano.

Dalla stagione 2018/19, Ozzano torna così in un campionato nazionale, e gli ozzanesi possono così tornare a sognare partite di altissimo livello.

Per la Storia nei dettagli dei New Flying Balls vi rimandiamo alle pagine di questo sito, dove fra l'altro vi consigliamo di visitare la "Hall Of Fame", per conoscere meglio i giocatori e i personaggi che fra il Gira Sporting Club e i New Flying Balls hanno calcato il parquet di Viale 2 Giugno e hanno reso famoso il paese di Ozzano nel mondo del basket italiano.

© 2019 by dvdvideoservice Italia

Dvd Service LOGO - 4 colori-01.png