Capolavoro SINERMATIC, vittoria nel derby con Faenza

Nonostante tre assenze e rotazioni limitate i ragazzi di coach Loperfido battono Raggisolaris Faenza e si prendono due punti pesantissimi per la classifica.


SINERMATIC OZZANO – RAGGISOLARIS FAENZA 94 – 86

Parziali: 23-22; 43-37; 75-65


OZZANO: Folli 19, Iattoni 18, Galletti ne, Cisbani 2, Misljenovic 4, Klyuchnyk 9, Chiappelli 16, Barattini 15, Ceparano 11, Bonfiglio ne – All. Loperfido; Vice Pizzi


FAENZA: Bianchi ne, Mazzagatti ne, Siberna 11, Vico 12, Ballabio 14, Poggi 8, Petrucci 13, Ugolini 4, Aromando 21 – All. Garelli; Vice Lilli


Arbitri: Marzo (LE) – Acella (BA)

Note – Spettatori: 200 circa; Usciti per falli: Folli (38’), Klyuchnyk (35’) e Ceparano (40’) per Ozzano, Ugolini (24’) e Poggi (39’) per Faenza; Fallo Antisportivo a Ugolini (15’) per Faenza; Falli tecnici: Chiappelli (32’) -

Panchina (39’) per Ozzano, Poggi (27’) per Faenza


La cronaca del match


Ancora una volta con il cuore oltre l’ostacolo. La #Sinermatic fa suo un altro Derby, questa volta battendo Faenza in un match dalle mille emozioni e complicazioni: i New Flying Balls fra Covid e infortuni si presentano senza Bonfiglio, Lasagni e Landi, per un reparto esterni ridotto ai minimi termini; per la Raggisolaris assente Morara, ex di turno.


Il match si apre una con una bomba romagnola con Poggi, ma a seguire Barattini, Ceparano e Chiappelli permettono ad Ozzano di prendere subito il controllo del match (7-5 al 2’). Dopo il controsorpasso firmato Vico (7-8), i Flying ingranano la quinta e con un 12-2 di parziale volano fino al +9 sul 19-10 al minuto 7 (canestri di Folli e Klyuchnyk e tripla di Iattoni). Negli ultimi giri di lancette del periodo Faenza trova maggior confidenza con le retine del Pala Arti Grafiche Reggiane e riescono alla sirena a riportarsi fino al -1 (23-22).



Nella seconda frazione Chiappelli apre le danze con una tripla, seguita da 2 punti di capitan Folli per il +8 (29-22). Ozzano tiene un buon vantaggio per tutto l’arco del secondo quarto, con Misjlenovic che al minuto 13 trova il +9 e il giovane 2004 CIsbani segna il primo canestro in carriera in B; a seguire Folli e Barattini fanno +13 (43-30 al 17’30”). Negli ultimi 2 minuti e mezzo di gioco però è brava Faenza a contenere i danni e spinta dai canestri di Aromando, Ballabio e Petrucci si va all’intervallo lungo sul 43-37 Ozzano.


Il terzo periodo si apre con una tonica Faenza che trova triple importanti dall’arco: Reale e Poggi timbrano il -2 Raggisolaris al 22’ (47-45), subito risposto dal trio Barattini-Folli-Chiappelli che, con triple di ottima fattura, fanno tornare Ozzano ad un vantaggio importante (+9 sul 59-50 al 24’). Dopo quasi tre minuti di digiuno da ambo le parti è il numero 13 Iattoni segna la bomba del +12. Sul finire del quarto la squadra ospite pesca il -10 (75-65) grazie ad Aromando.


Si entra enll’ultima frazione con Ozzano che, oltre alle già citate assenze, deve limitare Ceparano e Klyuchnyk gravati di quattro falli. Dopo quasi due minuti di nulla, Faenza accorcia le distante ma rientra fino al -7 (77-70 al 32’). Barattini tenta un nuovo allungo (+11) ma c’è subito la risposta di Aromando che vale il nuovo -9 Faenza. Ozzano non si scompone e nonostante la stanchezza riesce a riprendere la doppia cifra di vantaggio. La partita resta aperta, la Sinermatic perde per falli prima Klyuchnyk poi Folli e un fallo tecnico fischiato agli ozzanesi potrebbe cambaire le sorti del match. Ballabio dalla lunetta porta i neroverdi fino al -5 (90-85). La Sinermatic però ancora una volta mantiene il controllo e alla fine trova i canestri che tengono Faenza a debita distanza e le regalano i due punti in palio; finisce 94 a 86 Ozzano.


In un match dalle tante assenze nel settore degli esterni, brilla il giovane Barattini che giocando ben 36 minuti totalizza 15 punti, 8 assist, 9 falli saubiti e 27 di valutaizone. A fatturato offensivo però sono altri i giocatori a privilegiare: da capitan Folli, che chiude con 19 segnature, a Iattoni, che si ferma a 18, mentre son ben 16 i punti di Chiappelli che trova la doppia doppia grazie ai 10 rimbalzi catturati. Per Faenza non son bastati i 21 punti di Aromando. In doppia cifra anche Ballabio con 14, Petrucci con 13, Vico 12 e Siberna 11.


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano