Brutto tonfo a Rieti


REAL SEBASTIANI RIETI – SINERMATIC OZZANO 74 – 47

Parziali: 13-14; 25-21; 42-25


RIETI: Tchintcharauli 6, Ogiemwoyi, Chiumenti ne, Stanic 10, Dieng 5, Contento 20, Loschi 17, Piccin 11, Piazza 3, Ghersetti ne, Ndoja ne, Okiljevic 2 – All. Finelli; Vice Mattioli


OZZANO: Landi, Folli 10, Morara, Iattoni, Galletti ne, Cisbani ne, Klyuchnyk 16, Chiappelli 7, Barattini 2, Ceparano 3, Bonfiglio, Lasagni 9 – All. Pizzi

Arbitri: Luchi (PO) – Di Salvo (PI)


Note: Spettatori 300 circa; fallo antisportivo a Piazza (Rieti) al 13’



Pesante sconfitta per la Sinermatic al PalaSojourner di Rieti. Contro la Real Sebastiani i biancorossi cadono 74 a 47 in un match rimasto in equilibrio per soli due quarti, poi la pessima serata al tiro dei ragazzi di coach Pizzi (con coach Loperfido assente causa indisponibilità di salute) ha contribuito ai padroni di casa a prendere il largo nella terza frazione e a mettere al sicuro il risultato.


E dire che l’approccio dei New Flying Balls al match è stato ottimo. Una difesa intensa e pimpante manda in avvio in seria difficoltà l’attacco reatino, che resta a bocca asciutta per oltre quattro minuti di gioco. I canestri di Chiappelli e Klyuchnyk portano così avanti Ozzano (0-8), la Sebastiani si sveglia solo a metà del periodo quando il duo Contento-Loschi ricuce e chiude il gap (10-10 all’8). Ancora Klyuchnyk porta avanti la Sinermatic (10-14) ma sulla sirena una preghiera da centrocampo di Loschi si insacca facendo infiammare il pubblico di casa (13-14 alla prima sirena).



Nel secondo periodo si segna con il contagocce da ambo le parti. La difesa di Ozzano continua a fare un eccellente lavoro, Rieti fatica a trovare il canestro e fallisce in diverse occasioni alcuni tiri liberi importanti. La Sinermatic però non ne approfitta e, a parte qualche punto dalla linea della carità e una tripla di Ceparano, arrivano solo primi e secondi ferri alle conclusioni di tiro biancorosse. Si va all’intervallo sul 25-21 Rieti, che grazie ancora un a volta a Loschi riesce a mettere il naso avanti.

Nel terzo quarto cambia la partita, purtroppo per i Flying Balls solo da un verso. Rieti comincia a trovare feeling con la retina, in particolare la coppia Loschi-Contento, mentre la Sinermatic offensivamente parlando fa ancora peggio dei sette punti realizzati nel secondo periodo: appena quattro punti refertati, tutti e quattro ai tiri liberi (Folli e Baattini). Ozzano, così, dopo esser rimasta bloccata a 21 per quasi 7 minuti, chiude la frazione alla misera quota di 25, la Sebastiani nel frattempo è scappata sul +17 (42-25).


L’attacco ozzanese si sblocca nell’ultimo quarto, ma è troppo tardi: Rieti ormai è in fiducia e non sbaglia un colpo. Oltre a Contento entra a regime anche Stanic, in aggiunta il giovane Piccin trova in un amen la doppia cifra. Chiappelli, Lasagni e Folli regalano al fatturato ozzanese 22 punti in 10 minuti, ma Rieti fa meglio, realizzando 32 punti. Dopo aver toccato anche il +32, la Sebastiani chiude sul punteggio finale di 74-47.



Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano