Giornata 15, salta il fattore casalingo


Si conclude (per ora) la giornata numero 15, l'ultima del girone d'andata. Anche in questa occasione sono due le partite rinviate: Cesena-Ozzano e Faenza-Civitanova.


Nei sei match giocati salta nell'occhio il dato delle vittorie in trasferta: 5 partite su sei sono vinte da chi ha giocato lontano da casa. Unica eccezione per la Sebastiani Rieti, che comunque per aver meglio di Ancona (76-73) ha dovuto sudare le cosidette sette camicie, con i marchigiani che hanno fallito sulla sirena la tripla dell'overtime.


Fra le vittorie in trasferta ci sono quella senza storia di Rimini a Roma (52-69) e di Roseto a Montegranato (69-83). La NPC Rieti vince a Giulianova dopo aver domenicato i primi due quarti (quasi a +20) per poi farsi quasi riprndere ad inizio ultimo periodo.


Nelle ultime due sfide importante colpo esterno di Senigallia a Imola (60-68) in un match condizionato dai tanti fischi degli arbitri per falli. Jesi centra infine la prima vittoria in trasferta espugnando 68-61 una Teramo priva di Bertocco e sempre in rincorsa, che non è riuscita a completare la rimonta.


Prossimo week end parte il girone di ritorno, ma la classifica del giorne d'andata resta aperta in quanto dovranno essere recuperate ancora ben 8 partite.