Giornata 26: Allunga Rimini, bagarre per ogni traguardo


Un girone C sempre più avvincente e con qualche risultato a sorpresa questo campionato ha ancora tanto da offrire.

Rimini espugna 60-56 Senigaliia e allunga in vetta, approffittando del passo falso di Roseto che in casa al supplementare cede ad Ancona 78-75.


Al terzo post NPC Rieti sconfitta a sorpresa fra le mura amiche 73-72 da un'arrembante Jesi e viene agganciata a quota 38 punti dalla concittadina Real Sebastaiani, che vince in rimonta contro Teramo un match dal bassissimo punteggio (50-54).


Ancona consolida il 5° posto e con i suoi 34 punti conquista matematicamente i play-off. Al sesto posto Ozzano ed Imola vincono contro Montegranaro 79-73 e Civitanova 74-59 e salgono a braccetto a quota 32 punti, conquistando la matematica salvezza, e sognando un posto nei play-off allungano su Senigallia che resta ferma a 30 punti.


Per la lotta play-off sempre più minacciosa è Faenza al 6° successo di fila (vittoria a Giulianova 94-86) e ora a -4 da Senigallia alla vigilia dello scontro diretto del PalaCattani di Sabato prossimo. Roma batte 75-59 Cesena, si issa al 10° posto conquistando due punti d'oro in ottica salvezza.


La zona play-out al momento è a quota 22 punti dove troviamo Cesena e Teramo, ma con i romagnoli al momento salvi per lo scontro diretto a favore. Occhio a Jesi che è sale a 19 punti riaprendo il discorso salvezza. Tutto invariato in fondo con Montegranaro fanalino di coda che però sabato prossimo in casa attende Giulianova per un match che potrebbe rivoluzionare la parte bassa della classifica.