Girone A, il punto prima della Pasqua


Terza giornata della seconda fase che va in archivio, anche se provvisoriamente, visto che tre delle otto partite in programma sono state rinviate per le quarantene imposte ai gruppi squadra di Alba, Chiusi e San Miniato per le positività al Covid riscontrate.


Se le prime due della classe restano quindi forzatamente ferme in classifica, chi si avvivicina è Livorno che vince 92 a 96 ad Imola trascinata dai 28 punti di unsuper Andrea Casella, che fa 6/11 dalla linea dei 3 punti.


Nella parte alta di classifica punti importanti per Omegna che, nonostante i 19 punti di Prandin, soffre non poco una Ozzano mai doma (finale 78-73 per la Fulgor, non bastano i 17 di Bertocco per gli emiliani) ma alla fine riesce a strappare il referto rosa. Balzo in classifica a quota 22 punti anche per Faenza, che in una partita dal punteggio bassissimo (54-51 il finale) riesce ad avere la meglio su una Firenze in striscia di risultati.


Rimanendo in Romagna e in zona play-off, Cesena consolida la settima posizione vincendo a domicilio 70 a 62 contro Cecina in una partita iniziata fortissimo dai Tigers (31-15 il primo quarto). Da segnalare infine la prima vittoria di Alessandria (Ferri 28 punti), che a una manciata di secondi dalla fine supera Empoli e si aggiudica i primi due punti in palio della stagione.


Nel prossimo week-end spazio alla Coppia Italia anche se le quarantene e le conseguente rinunci di Chiusi e Fabriano potrebbero rivoluzionare format o calendario (possibile ripescaggio di altre squadre). Il campionato si ferma, a parte qualche recupero programmato: Mercoledì si gioca Imola-Rimini, Venerdì Piombino-Cecina, ultime due partite della prima fase che non si sono ancora giocate.


Marco Rivola

Area Comunicazione SInermatic Ozzano