top of page

I New Flying Balls resistono un tempo: 50-63 per Jesi

PALA ARTI GRAFICHE REGGIANI, OZZANO DELL’EMILIA – Mancano la terza gioia consecutiva, i New Flying Balls, che in un match tanto costellato da errori (12/38 da due, 6/23 da tre in casa Ozzano) quanto tirato, cede 50-63 alla General Contractor Jesi nell’anticipo del 10° turno di Serie B. Coach Conti opta per uno starting five composto da Bechi in tacca bassa, con Cortese, Abega, Ly-Lee e Mancini.


La prima parte del quarto iniziale vive di poche emozioni, merito di due difese ermetiche che da una parte regalano solo due gioie a capitan Cortese; dall’altra, Rossi spezza l’equilibrio in favore di Jesi a 5’09” dalla sirena, quando la tripla (con libero annesso, poi sbagliato) firma il 4-9. Poco più di un minuto dopo, Ozzano va già in bonus con un fallo, che lascia più di qualche perplessità, fischiato a Ly-Lee, il secondo personale: aspetto che non intimidisce i ragazzi di Conti, bravi a mandare dalla lunetta solo una volta gli avversari, e capaci – grazie alla tripla di Bechi allo scadere – di accorciare sul -3 (14-17). Da rivedere, però, la qualità dei tiri, sia da due (5/14) che da tre (1/5).


Scorre molto più “liscia” la seconda frazione: Jesi scappa, Bechi (primo ad arrivare in doppia cifra) la riprende – con l’aiuto della “bomba” di Piazza – e obbliga coach Ghizzinardi a chiamare il time-out sul +2 (21-19). Vantaggio che si raddoppia a singhiozzo, fino al tiro da tre di Marulli che riporta davanti i marchigiani per 25-26, aprendo un serie di mini-parziali ai quali mette fine la prima tripla personale – la terza biancorossa – di Cortese, valevole per il secondo time-out ospite (30-28) a 53” dal rientro negli spogliatoi. Nel finale, la difesa casalinga è perfetta a sventare ogni possibile occasione, mentre nuovamente Cortese è indispensabile per allungare – seppur con il minimo necessario – il vantaggio.


La poca precisione, così come la cattiveria agonistica di Ozzano, continua come da copione del primo tempo: dopo la metà del quarto, il parziale dice 4-5 New Flying Balls (35-33), rimescolato nei secondi successivi dalla tripla e i due tiri liberi segnati da Merletto (35-38). A 1’37” dalla fine, Rossi firma il primo, massimo vantaggio della gara in favore di Jesi sul +6 (36-42), obbligando coach Conti a chiamare il primo time-out per fermare le offensive ospiti, che nel frattempo si sono visti espellere Marulli. Fattore che non pesa ai ragazzi di Ghizzinardi, che spingono e trovano un altro piccolo allungo: +10 (36-46). L’ultimo quarto non si apre con i migliori auspici: Martini registra il quinto fallo personale, ma Balducci interrompe un digiuno a punti che durava dal minuto 8 della precedente frazione, con 5 tasselli che fanno esplodere il Pala Arti Grafiche Reggiani sul -5 (41-46) dopo 3’10”. Lo show personale del numero 17 biancorosso – che ne segna 10 consecutivi – viene oscurato dalle pronte risposte jesine, che quando coach Conti chiama il terzo time-out comandano 46-55. A poco più di un minuto dalla fine, risulta decisiva la combo errore sotto canestro di Mancini-tripla di Valentini, con i giochi che si chiudono anticipatamente sul 50-60.


Top scorer: Casagrande, 15 punti


Logimatic Group Ozzano vs General Contractor Jesi 50-63 (14-17; 31-28; 36-46)

Logimatic Group Ozzano: Myers n.e., Bechi 11, Pavani, Ly-Lee, Zambianchi, Martini 5, Terzi n.e., Cortese 12, Balducci 13, Piazza 5, Abega 4, Mancini. Coach: Conti

General Contractor Jesi: Varaschin 8, Carnevale, Bruno, Filippini 8, Merletto 5, Nisi n.e., Ihedioha n.e., Valentini 8, Rossi 13, Marulli 6, Casagrande 15. Coach: Ghizzinardi


Arbitri: Castellano e Migliaccio Note: 1Q 14-17; 2Q 17-11; 3Q 5-18; 4Q 14-17




Comments


bottom of page