I primi due punti arrivano all'overtime


HALLEY INFORMATIC MATELICA – SINERMATIC OZZANO 74 -76 D1TS

Parziali: 24-17; 40-42; 53-49; 61-61


MATELICA: Provvidenza 3, Fianchini ne, Mentonelli 5, Brugnola ne, Seck 3, Vissani, Gallo 14, Caroli 9, Polselli 4, Riccio 14, Paglia 7, Enihe 15; All. Cecchini; Vice Gentili


OZZANO: Folli 3, Salsini ne, Felici 11, Galletti ne, Balducci 2, Klyuchnyk 20, Chiappelli 11, Barattini 9, Bonfiglio 3, Buscaroli 12, Lasagni 5 – All. Loperfido; Vice Pizzi


Arbitri: Cattani (RI) – Marcelli (RM)

Spettatori: 300 circa

Note: Fallo tecnico a Barattini (Ozzano) all’8’; Fallo antisportivo a Enihe (Matelica) al 44’; uscito per falli Provvidenza (Matelica) al 45’


La Sinermatic non molla mai e centra al Palasport di Castelraimondo, campo della neopromossa Vigor Basket Matelica, il primo successo stagionale dopo un match al cardiopalma, terminato 76 a 74 per gli emiliani e deciso solo dopo un tempo supplementare.


L’approccio dei padroni di casa alla prima in B davanti al proprio pubblico è buono, in particolare spicca Enihe autore dei primi 6 punti marchigiani per il 6-2 dopo 2’. Ozzano non tarda ad entrare in partita con il tandem Klyuchnyk-Felici che in 120” fa 0-10 di parziale per il 6-12 al minuto 4, costringendo coach Cecchini al primo time out di serata. Dalla sospensione la Vigor ne esce alla grande con le triple di Seck e Riccio che danno entusiasmo a tutto il pubblico amico creando un prepotente 16-1 di parziale che fa volare Matelica sul +9 (22-13) allo scoccare del minuto 8.


Dopo il 24-17 del primo mini-riposo, la Vigor cresce nel secondo quarto: subito Ozzano fa -3 con Klyuchnyk e Balducci, poi nuovo break matelicese con il trio Caroli-Mentonelli-Paglia che mandano a bersaglio tre bombe in poco più di un minuto regalando alla Vigor la doppia cifra di vantaggio (33-23 al 13’). Ozzano si sblocca con Felici ma la HallEy trova il massimo vantaggio (+11) prima con Paglia poi con Gallo. Lasagni e Buscaroli timbrano il -7 ozzanese ma Gallo al 18’ fa +9 (40-31) con un bel piazzato. Gli ultimi 120 secondi del secondo periodo sono tutti di marca Sinermatic. Trascinati da Buscaroli, Ozzano fa 0-11 di parziale in 2 minuti con una preghiera da centrocampo dello stesso Buscaroli sulla sirena, che regala a sorpresa il vantaggio Flying all’intervallo sul 40-42.


Dopo l’exploit sul finire della seconda frazione, il terzo quarto vede Matelica tornare avanti mentre l’attacco di Ozzano si blocca clamorosamente. In 6 minuti il tabellone ospite non si muove dai 42 punti segnati nel primo tempo. La Vigor però non ne approfitta più di tanto: passa vero a condurre, ma non riesce a costruire un parziale da “uccidere” il match. Matelica si ferma sul +6 (48-42) poi i New Flying Balls si sbloccano con due punti di capitan Folli. Si va all’ultimo mini riposo sul 53-49 Matelica.


Anche nell’ultimo quarto gli attacchi non entusiasmano. Il match è interrotto per diversi falli, la Vigor tiene con continuità 1 o 2 possessi di margine e arriva a 4’30” da giocare sul +5 (61-56). Negli ultimi 3 minuti e mezzo Matelica non segna più, Ozzano fatica a trovare la retina e segna quanto basta per portare il match all’overtime: dopo il 61 pari firmato Klyuchynk arrivano errori da ambo le parti con Enihe, Chiappelli e all’ultimo secondo con Bonfiglio. Sarà il supplementare a regalare la posta in palio.



L’overtime vede ancora una Vigor contratta in attacco, mentre Ozzano trova pronto sotto le plance Klyuchnyk, che segna da sotto dopo una stoppata subita e rimbalzo offensivo catturato. Dopo l’errore marchigiano arriva una fondamentale bomba di Lasagni per il +5 Flying a metà tempo; Enhie ferma il digiuno offensivo di Matelica e tiene a galla i suoi, ma dall’altra parte è Barattini a fare il mattatore: due canestri consecutivi da due punti, un recupero che viene fermato dall’antisportivo dello stesso Enhie. Ozzano vola a +7 e ipoteca il successo, ma sulla rimessa il numero 24 Sinermatic sbaglia lasciando ancora qualche speranza ai padroni di casa. Enihe fa 1 su 2 ai liberi, così come Klyuchnyk dopo un importantissimo rimbalzo offensivo catturato da Chiappelli (68-75 entrati nell’ultimo giro di lancette). Matelica non molla: tripla Gallo (71-75), e dopo l’1 su 2 di Bonfiglio arriva una nuova bomba, questa volta di Riccio (74-76) a 3” dalla fine. Nell’ultima azione Matelica non riesce a fare fallo e la sirena suona con la palla nelle mani della Sinermatic Ozzano, che vince e conquista i primi due punti stagionali.


Con 20 punti, 10 rimbalzi e 21 di valutazione Dimitri Klyuchnyk è il top scoorer del match. Per gli emiliani ottima prova anche di Buscaroli (15 punti), in doppia cifra salgono anche Felici e Chiappelli, quest’ultimo autore di una doppia doppia grazie ai 13 rimbalzi catturati. Per la Vigor non sono bastati i 15 punti di Enihe e i 14 del duo Gallo-Ricco.


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano