Il 2020 dei New Flying Balls


Ancora poche ore e l’anno solare 2020 va in archivio. Un anno molto particolare, un anno molto difficile, per tutti, per il mondo intero; un anno difficile (ma non solo!) anche per i New Flying Balls.


Un 2020 iniziato con buoni proposti, sul campo una combattiva Sinermatic si gioca ambiziose posizioni in classifica, fuori dal parquet la “Famiglia Flying” si amplia sempre più accogliendo nuovi amici e nuovi sponsor.


Il 2020 giocato dai New Flying Balls inizia ufficialmente il 6 Genanio nella lunga trasferta di Chieti, ad oggi chilometricamente parlando la più lunga della storia della Società biancorossa. Un inizio 2020 che vede la Sinermatic perdere due partite (Chieti appunto e Cesena) ma nel mese e mezzo successivo arrivano splendide vittorie: dal successo a Porto Sant’Elpidio in una serata che purtroppo resterà nota a tutti per la tragica scomparsa di Kobe Bryant, ad un intensissimo turno casalingo infrasettimanale contro l’Aurora Jesi, fino all’indimenticabile rimonta contro Piacenza, che fa andare in visibilio gli oltre 800 spettatori del Pala Arti Grafiche Reggiani (per la cronaca in un sondaggio Social questa partita è stata votata dai nostri followers come la più bella della stagione). Nel momento forse più bello, nel momento in cui la Sinermatic può consolidare la propria 8^ posizione in campionato (che avrebbe significato play-off!!) arriva una pesantissima doccia fredda chiamata Coronavirus.


Il Covid-19 piomba sull’Italia, sull’Europa, sul mondo. Tutto si ferma, tutto finisce. Il campionato viene sospeso e di fatto annullato. Il lockdown causato da questa terribile pandemia provoca danni economici enormi per tutti e anche i “piccoli” New Flying Balls, come tutti per altro a partire dagli Sponsor, ne risentono. Inizia quindi la primavera/estate più lunga visto che da fine Febbraio bisognerà attendere solo metà settembre per rimettere piede dentro al nostro amato Palazzetto.


Sono mesi di attesa, nel mentre nella Ozzano baskettara si lavora tanto per provare a tenersi stretto (di fatto non era per nulla scontato) quella Serie B che tanto la Società, lo Staff, i tifosi si sono meritati poco meno di due anni prima sul campo. Missione compiuta. I Flying restano in B, costruendo una squadra giovane, giovanissima (età media di appena 21 anni), per molti inedita, attorno ad uno staff tecnico confermato, giovane anch’esso ma eccezionale, che negli anni appena trascorsi ha vinto tanto con merito, impressionando molti addetti ai lavori.


Dopo una lunga pre-stagione, a distanza di diversi mesi dall’ultima partita ufficiale (23 Febbraio a Montegranaro), la Sinermatic ritorna in campo per una partita ufficiale. E’ il 10 Ottobre, siamo a Piadena (CR). Stiamo parlando di Supercoppa, perché nel caos e nell’incertezza estiva dovuta dal Covid anche l’organizzazione della nuova stagione ha subìto diversi cambi di programma e l’inserimento di questo discusso torneo pre-campionato. I nuovi Flying peccano ancora di esperienza e nelle prime due uscite escono ko. Ma settimana dopo settimana questi giovanissimi ragazzi compiono progressi e a Cremona con autorità vincono meritatamente la prima partita della stagione.


Dopo l’ennesima variazione alla formula del campionato a fine Novembre si parte per davvero. Prima partita match casalingo con Empoli, purtroppo a porte chiuse. L’assenza del pubblico di sente parecchio, alcuni tifosi fuori dal Palazzo provano a dare la carica ai nostri ragazzi nel prepartita, ma il match non va come da programma. La Sinermatic non ha ancora trovato la giusta identità, manca ancora la continuità ma in un gruppo così nuovo e così giovane questi difetti sono più che accettabili. Sette giorni dopo la musica cambia e in quel di Piombino arriva la prima “gioia” del campionato. I New Flying Balls mostrano segnali di crescita notevoli e maggior compattezza; contro un avversario quotato come il Basket Golfo, ma ancora indietro di condizione per via del Covid-19, arrivano i primi due punti del campionato. La trasferta successiva a Cecina non ha lo stesso epilogo, ma l’appuntamento con la vittoria viene rinviato di appena una settimana: nella quarta giornata di campionato la Sinermatic affronta la corazzata imbattuta San Miniato; i Flying, nell’ultima partita del 2020, con un’ottima prestazione di squadra ottengono un successo che regala a tutto l’ambiente un enorme sorriso, in vista della pausa Natalizia.


Sorriso che però si spegne un po’ qualche giorno dopo, quando arriva la notizia che il nostro assistent coach Andrea Tattini, che stranamente non si è presentato all’allenamento, per motivi di salute viene ricoverato all’Ospedale. Il nostro “Tatto” oggi è stabile, i ragazzi in questi giorni hanno avuto modo di salutarlo grazie a un paio di videochiamate effettuate direttamente dal parquet a fine allenamento. Il 2020 si chiude qui. La speranza di tutti, adesso, è quella di avere presto il “Tatto” di nuovo sulla panchina insieme e affianco a Federico e Luca; per continuare a far crescere questi splendidi giovani ragazzi che hanno ancora tanta potenzialità di crescita, individuale e di gruppo.


Dispiace solo che questi ragazzi, ancora oggi, molti dei nostri tifosi non sono ancora riusciti a conoscerli di persona. Speriamo che questo 2021 in arrivo ci permetta anche questo. Un ritorno, anche se pian piano (non illudiamoci) alla normalità. Con qualche mascherina, tampone o autocertificazione in meno, e con qualche tifoso che ci sostiene in più. Perché sappiamo che Ozzano ama il basket, e i New Flying Balls hanno tanto bisogno di Ozzano. Avanti Flying! Buon anno a tutti!!


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano

© 2019 by dvdvideoservice Italia

Dvd Service LOGO - 4 colori-01.png