Imola espugna Ozzano e si salva. La salvezza ora passa da Cecina.


SINERMATIC OZZANO – ANDREA COSTA IMOLA 63 – 73

Parziali: 19-20; 37-44; 48-62


OZZANO: Folli 8, Bertocco 6, Galassi 8, Chiusolo 4, Mastrangelo 6, Torreggiani ne, Naldi ne, Bedin 19, Lolli ne, Lovisotto 12, Okiljevic, Guastamacchia ne – All. Grandi; Vice Pizzi


IMOLA: Zanetto 11, Sgorbati 12, Fazzi, Franzoni ne, Banchi 8, Morara 22, Corcelli 7, Quaglia 2, Preti 2, Alberti, Toffali 9 – All. Moretti; Vice Zappi


Arbitri: Di Martino (NA) – Vastarella (NA)

Note: Falli antisportivi a Bertocco (Ozzano) al 14’ e Morara (Imola) al 31’; usciti per falli: Toffali (Imola) al 37’



La Sinermatic Ozzano esce sconfitta anche da Gara 3 (63-73 il finale) contro l’Andrea Costa Imola che può così festeggiare la salvezza. I New Flying Balls si giocheranno tutto nel secondo turno play-out, contro la Sintecnica Cecina anch’essa sconfitta 3 a 0 da Empoli.


Ozzano paga una serata incolore dal punto di vista offensivo, con percentuali al tiro assai basse (appena il 12% dall’arco e il 54% ai liberi); non basta una doppia doppia di Bedin (19 punti e 15 rimbalzi) per fermare un’Andrea Costa sicuramente più precisa al tiro (35% dall’arco e 75% ai liberi), trascinata da un super Marco Morara da 22 punti.


Imola parte forte già nel primo quarto con due triple di Banchi per il 4-12 Andrea Costa al 5’. Ozzano risponde con Lovisotto e Bertocco per l’11-14 poi negli ultimi giri di lancette il match è punto a punto con diversi sorpassi e controsorpassi fino al 19-20 Imola della prima sirena.


Nel secondo quarto dopo un piazzato di Sgorbati arriva la tripla di Lovisotto che impatta a quota 22. Imola torna avanti con il giovane Zanetti, la Sinermatic riesce a stare a contatto grazie ai punti di Mastrangelo prima e di Bedin poi. Negli ultimi secondi del quarto prima due punti Sgorbati poi una tripla di Corcelli spingono Imola sul +7 (37-44) all’intervallo lungo.


Morara da 3 punti apre le danze imolesi nella terza frazione per la doppia cifra di vantaggio (+10) poi per 3 minuti gli attacchi si spengono. Chiusolo sblocca le retine al 24’ (39-47) ma è solo un piccolo fuoco di paglia visto che la SInermatic non troverà ulteriori canestri per altri 3 minuti. Nel mentre però Imola non sta a guardare e con Toffali e Morara fa 0-9 di parziale per il +17 Andrea Costa (39-56). Lovisotto dai 6,75 interrompe l’emorragia ozzanese ma dall’altra parte è ancora Morara a segnale l’ennesima tripla del +17. Sul finale di quarto Bedin limita un po’ i danni e i Flying rientrano fino al -12.

Nell’ultimo quarto è l’attacco imolese a incepparsi segnando appena 1 punto in 6 minuti. Ozzano riapre così la partita e trova con i canestri di Folli e Mastrangelo il -6 (57-63 a 5’ dallo scadere). Imola continua a sbagliare ma in 3 occasioni Ozzano spreca la palla del -3. I liberi di Sgorbati e Zanetti rimettono al sicuro Imola sul +10. Doppia cifra di vantaggio che rimarrà fino alla sirena finale. Finisce 63-73 con l’Andrea Costa che termina così la stagione, mentre la Sinermatic dovrà trovare la salvezza al 2° turno play-out contro Cecina.