L'Overtime sorride ai New Flying Balls


SINERMATIC OZZANO – SUTOR MONTEGRANARO 78 – 73 DTS

Parziali: 13-16; 38-37; 50-58; 66-66


OZZANO: Landi ne, Folli 13, Iattoni 13, Galletti ne, Cisbani ne, Misljenovic 2, Klyuchnyk ne, Chiappelli 14, Barattini 12, Ceparano 7, Bonfiglio 10, Lasagni 7 – All. Loperfido; Vice Pizzi


MONTEGRANARO: Masciarelli 7, Galipò 2, Angellotti 3, Kursunnov 5, Alberti 12, Malloni ne, Barbante ne, Verdecchia ne, Mariani ne, Botteghi 10, Murabito 8, Crespi 26 – All. Baldiraghi; Vice Mazzalupi


Arbitri: Pulina (TO) – Barra (TO)


Note: Spettatori: 450 circa - Usciti per falli Ceparano (Ozzano) al 41’, Chiappelli (Ozzano) al 45’, Galipo’ (Montegranaro) al 43’ e Masciarelli (Montegranaro) al 45’; falli tecnici a Coach Baldiragni (Montegranaro) al 17’ e Chiappelli (Ozzano) al 28’; fallo antisportivo a Bonfiglio (Ozzano) al 39’.



Vittoria sofferta per la Sinermatic, che rimonta 8 punti di ritardo nell’ultimo quarto e, al supplementare, riesce a domare una cinica e tenace Sutor cogliendo così il terzo risultato utile consecutivo che la proietta in classifica a quota 14 punti al sesto posto provvisorio.


Che Montegranaro non fosse un avversario da prendere con le molle nonostante la classifica (solo 2 punti, ma sicuramente questo dato non è per nulla veritiero) lo si sapeva, inoltre in casa Sinermatic si è aggiunta ancora una volta l’indisponibilità di Dimitri Klyuuchnyk, assenza che riduce le rotazioni sotto le plance, zona in cui dall’altra parte l’ex Crespi domina con un match da 26 punti e 10 rimbalzi e 28 di valutazione.


Parte bene Ozzano che con i canestri di Bonfiglio e Misljenovic e le triple di Lasagni e Chiappelli trova in 5 minuti il +5 (11-6). L’inizio però rappresenta solo un fuoco di paglia per i Flying, che nei successivi 5 minuti riescono ad andare a bersaglio solo in un’occasione. Dall’altra parte invece Montegranaro entra in fiducia e con l’apporto offensivo del trio Crespi-Murabito-Botteghi alla prima sirena è +3 Sutor (13-16).


Il secondo quarto si apre con la bomba di Alberti del +6 Sutor, ma Ozzano non si scompone e 5 punti di fila di Iattoni accompagnati da una tripla di Ceparano danno ai Flying un 8-0 di parziale che vale il sorpasso (21-19 al 12’). Il quarto prosegue sui binari dell’equilibrio poi il duo Chiappelli-Folli prima e Bonfiglio poi porta Ozzano fino al +8, ma nell’ultimo giro di lancette un ispirato Crespi fa da solo 7-0 e all’intervallo lungo il tabellone del Pala Arti Grafiche Reggiani dice 38-37 NFB.


Nel terzo quarto Montegranaro è in fiducia e passa a comandare, prima della tripla di Chiappelli del 41 pari al 22’. Per gli ospiti oltre all’onnipresente Crespi vanno a bersaglio anche Masciarelli e Botteghi e la Sutor trova il +7 (43-50) al 26’. Folli prova a ricucire il gap, ma l’ex Imola Alberti spinge la Sutor fino al massimo vantaggio (+9 sul 47-56) a cui segue la bomba di Barattini e un sottomano di Crespi per il 50-58 del terzo periodo.


Nell’ultima frazione Ozzano cambia faccia e in 1 minuto Barattini fa 7-0 di parziale; i Flying sono di nuovo a -1 (57-58) e il parziale continua, con Iattoni che realizza due triple di fila che infiammano il Palasport emiliano e proiettano i Flying sul +5 (63-58). Sul 13-0 di parziale coach Baldiraghi si rifugia nel time out, minuto che porta i suoi frutti perché al 34’30” Crespi interrompe il digiuno offensivo marchigiano (63-60) ma dall’altra parte una penetrazione di Bonfiglio vale il 65-60 NFB. Nel momento in cui Ozzano sembrava prendere il controllo del match, la situazione si capovolge nuovamente in quanto l’attacco ozzanese si blocca non segnando neanche un punto dal minuto 35 al minuto 39. Anche la Sutor fatica a trovare la via del canestro, ma il solito Crespi e Botteghi portano il punteggio in perfetta parità al 37’ (65-65). Negli ultimi 3 minuti non si segna praticamente più, se non dalla lunetta con un antisportivo fischiato a Bonfiglio ai danni di Galipo’ (39esimo), il quale fa 1/2 dalla lunetta ma fallisce la successiva tripla del ko (65-66). A 10 secondi dalla fine fondamentale è il fallo che Chiappelli si prende su Crespi. Il viaggio in lunetta porta l’ex Cesena a fare 1 su 2 e impattare il match a quota 66. Il tiro della vittoria è per la Sutor ma la preghiera di Botteghi si infrange sul primo ferro; è overtime!


Il supplementare si apre con due liberi di Chiappelli subito risposti dalla stessa distanza da Alberti (68-68). Una magia di Bonfiglio riporta Ozzano avanti, e dopo l’errore di Botteghi Chiappelli coglie il +4 (72-68). Allo scoccare della metà dell’overtime capitan Folli trova la tripla del +7 che fa esplodere il Pala Grafiche Reggiani ma non è finita: Crespi accorcia, Iattoni risponde e ancora Crespi segna da 3 punti il suo 26esimo punto che vale il -4 Sutor (77-73) a 1’30” dalla fine. Momento chiave del match: Botteghi sbaglia, Chiappelli perde palla ma stessa cosa succede anche a Crespi. Folli va in lunetta, fa 1 su 2 per il 78-73, Crespi questa volta non trova la via del canestro e non c’è più tempo per altro, la sirena pone fine alle ostilità. Ozzano vince all’overtime 78-73 il match infrasettimanale contro la Sutor Montegranaro, che come detto esce a testa altissima.



Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano