La Sinermatic cade al Palaruggi


ANDREA COSTA IMOLA – SINERMATIC OZZANO 66 – 59

Parziali: 19-15; 35-26; 51-42


IMOLA: Whiltshare 6, Fazzi 3, Guidi ne, Fussi ne, Trapani 14, Carnovali 11, Calabrese 4, Corcelli 6, Vigori 5, Cusenza 7, Trentin 10 – All. Grandi; Vice Zappi


OZZANO: Landi ne, Folli 5, Morara, Iattoni, Galletti ne, Cisbani ne, Klyuchnyk 9, Chiappelli 8, Barattini 15, Ceparano 6, Bonfiglio 5, Lasagni 11 – All. Loperfido; Vice Pizzi


Arbitri: Cassinadri (RE) – Zaniboni (BO)


Note:

Spettatori 1.000 circa; Fallo antisportivo a Chiappelli (Ozzano) al 29’; uscito per falli Corcelli (Imola) al 37’



Derby infuocato al PalaRuggi, alla fine la spunta l’Andrea Costa, che batte 66 a 59 una imprecisa Sinermatic che non riesce nel finale a concretizzare una bella rimonta. Per i New Flying Balls, se si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno, è salva la differenza canestro nello scontro diretto.


Come detto clima da play-off avanzato all’interno del Palasport romagnolo, oltre 1000 spettatori e quasi 150 ozzanesi al seguito della squadra di coach Loperfido. L’approccio al match della Sinermatic è di quelli giusti con Klyuchnyk e Lasagni che timbrano subito uno 0-5 prima e 2-7 poi. Imola dopo un paio di minuti in sordina entra in partita mettendo il naso avanti grazie ad un parziale di 9-0 firmato Carnovali-Corcelli-Vigori. Il primo quarto resta poi equilibrato e va in archivio con i padroni di casa avanti 19-15.


La seconda frazione è quella più complicata per coach Loperfido: appena due punti (Folli) in 6 minuti e Imola scappa a +12 (29-17 al 16’). Dopo quasi due mesi in casa Sinermatic si rivede in campo Morara ma la sfortuna continua a colpirlo e una brutta caduta a rimbalzo lo mette ko dopo appena 5 minuti. Solo nel finale di quarto i liberi segnati di Bonfiglio e Klyuchnyk portano il ritardo ozzanese sotto la doppia cifra (35-26).


Nel terzo quarto le percentuali al tiro di Ozzano non migliorano di molto, ma grazie a due triple di Lasagni la Sinermatic rientra a -6 (44-38 al 27’); l’Andrea Costa negli ultimi giri di lancette trova canestri importanti con Trentin e alla terza sirena torna a +9 (51-42).


In apertura della frazione decisiva Cusenza prima e Trentin poi fanno +12 (56-44 al 32’). Nei 240 secondi successivi però Marco Barattini cambia l’inerzia dando il via ad un parziale di 11-0 (per lui 8 punti consecutivi) che porta la Sinermatic a -1 (56-55) a 4’ dalla fine. Imola è in seria difficoltà e sbaglia tiri aperti con Carnovali (0/8 da 3 fino a quel momento), ma i Flying Balls sbagliano per due volte i canestri del sorpasso, e in entrambi i casi due falli a rimbalzo mandano in lunetta Imola con Trapani che fa 4/4 riportando ossigeno ai romagnoli (60-55). A 1’ dalla fine Chiappelli fa esplodere il settore ospiti con la tripla del -2 (60-58) che tiene vivo il match, ma dall’altra parte Carnovali (fin qui spento) segna la bomba che consegna i due punti ad Imola. Con il gioco dei liberi alla fine finisce 66-59 con la Sinermatic che salvaguardia la differenza canestri.


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano