Meraviglia Sinermatic! Ozzano ferma la corazzata Rimini


SINERMATIC OZZANO – RIVIERABANCA RIMINI 92 – 81

Parziali: 32-26; 48-47; 73-64


OZZANO: Landi, Folli 6, Iattoni 8, Cisbani ne, Klyuchnyk 12, Chiappelli 17, Barattini 4, Ceparano 16, Bonfiglio 11, Lasagni 18 – All. Loperfido; Vice Pizzi


RIMINI: Tassinari 20, Rossi ne, Amati, Carletti, Scarponi 5, Rivali 7, Arrigoni 13, Bedetti 3, Rinaldi 10, Fabiani, Masciadri 18, Saccaggi 5 – All. Ferrari; Vice Brugè


Arbitri: Berger (RM) – Bernassola (RM)

Note: Spettatori 350 circa – Fallo tecnico ad Arrigoni (Rimini) al 20’; usciti per falli Rinaldi (Rimini) al 31’



Nel momento più difficile della stagione, dopo un periodo di appannamento e una brutta sconfitta in quel di Ancona, ecco una bella e convincente vittoria della Sinermatic Ozzano, che batte 92 a 81 quella RivieraBanca Rimini seconda in classifica e reduce da un roboante +15 contro la capolista Roseto di appena sette giorni fa, trovando due punti d’oro in questa volata finale della regular season.


Primo quarto molto divertente, dove entrambe le squadre scendono in campo affrontandosi fin dalla palla a due a viso aperto e con percentuali al tiro illegali. Ceparano e Lasagni regalano il primo +4 ad Ozzano dopo appena 90 secondi (8-4) ma dall’altra parte capitan Rinaldi e Tassinari impattano subito il match a quota 10 un giro di lancette più tardi. Il giovanissimo Scarponi e ancora un ispirato Tassinari segnano due bombe per il massimo vantaggio riminese di serata (10-16 al 4’) ma la risposta ozzanese non manca e due triple di Simone Bonfiglio intervallate da un “solo rete” di Gioacchino Chiappelli riportano la Sinermatic avanti (18-17); il tutto seguito da altri due canestri firmati Chiappelli-Iattoni per il +6 Ozzano e time out RivieraBanca (23-17 al 6’). Usciti dal minuto di sospensione terza tripla di serata per Andrea Tassinari, subito ribattuta da pari distanza da Dimitri Klyuchnyk, con Ozzano che tiene un possesso abbondante di vantaggio fino alla prima sirena (32-26).


Il secondo quarto comincia in maniera opposta al secondo. Entrambe le squadre sembrano un po’ appagate e le irreali percentuali al tiro del primo quarto crollano. In 6 minuti il parziale racconta un misero 3-9 Rimini, con il match che torna così ad impattarsi a quota 35 al minuto 16. Ozzano riesce a tenere in naso avanti grazie ad una ottima percentuale ai liberi, mentre a pochi secondi dalla sirena una tripla di Saccaggi regala ai viaggianti il -1 all’intervallo lungo (48-47).


Nella terza frazione apre le danze Simone Lasagni, ma a seguire c’è un canestro e fallo di Tommy Rinaldi che vale il 50 pari. Iattoni dai 6,75 infiamma il pubblico di casa ma ancora Rinaldi si inventa uno 0-6 di parziale che riporta Rimini avanti 53-56 allo scoccare del minuto 24. Lo stesso Rinaldi però commette il suo terzo fallo e coach Ferrari corre ai ripari sostituendolo. Una schiacciata di Ceparano sblocca Ozzano, una penetrazione di Bonfiglio vale il controsorpasso Flying Balls (57-56 a 4’30” dalla sirena numero tre). Il parziale ozzanese prosegue grazie ad un 5-0 firmato Chiappelli (62-56). Rimini si rifugia in un time out utile per riordinare le idee, ma negli ultimi giri di lancette della terza frazione Ozzano e Rimini segnano tutte e due con continuità, con la Sinermatic che pesca grazie a Chiappelli prima e Ceparano poi il +9 all’ultimo mini break (73-64).



Ultimo e decisivo quarto: Ceparano e Lasagni fanno +11 e +13 nel primo minuto dell’ultimo periodo (77-64). Ci pensa dall’altra parte un mai domo Andrea Tassinari a segnare il ventesimo punto di serata e a riaccorciare le distanze. Klyuchnyk ai liberi è preciso mantenendo Ozzano sul +12. Arrigoni prova a ridurre il gap con una magia da tre punti ma la risposta firmata Simone Lasagni non si fa attendere e a 3’30” da giocare il numero 85 ozzanese segna una tripla che fa esplodere il Pala Arti Grafiche Reggiani e che vale il massimo vantaggio emiliano sul +14 (86-72). Rimini prova a forzare qualche conclusione per rientrare sotto, Eugenio Rivali segna due canestri che tengono in galla la RivieraBanca (-9). Ma Ozzano non si scompone, e con Chiappelli prima e Iattoni poi la Sinermatic rimanda a distanza Rimini (90-78) a 1’30” da giocare. Rimini fa 1 su 2 alla lunetta, Bonfiglio firma il +13 che pone fine ad ogni discorso (92-79). Nell’ultimo giro di lancette segna solo Arrigoni, una penetrazione con appoggio al vetro che vale il 92-81 finale. La sirena pone fine alle ostilità, per la Sinermatic Ozzano è una gran bella vittoria.


I New Flying Balls tornano al successo e tornano a segnare oltre 90 punti in casa, e lo fanno distribuendo caparbiamente il proprio bottino con cinque giocatori in doppia cifra: 18 punti Lasagni, 17 Chiappelli (accompagnati da 5 rimbalzi e 5 assist), 16 Ceparano, 12 Klyuchnyk e 11 Bonfiglio. Per Rimini non basta né un sontuoso Tassinari da 20 punti e 9 assist, né una doppia doppia di Masciadri (18 punti + 11 rimbalzi).


I Flying Balls salgono in classifica a quota 26 consolidando la propria posizione. Ora il campionato prende un fine settimana di riposo, lasciando lo spazio alle finali Coppa Italia (non sarà così per Rimini che deve recuperare il match contro faenza rinviato per covid a fine gennaio). Fra due sabati si tornerà in campo e si tornerà in Viale 2 Giugno. Coach Loperfido e i propri ragazzi attenderanno Senigallia per un altro match fondamentale.


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano