Serata da dimenticare, la Sinermatic cade ad Ancona


LUCIANA MOSCONI ANCONA – SINERMATIC OZZANO 83 – 65

Parziali: 21-10; 43-28; 67-45


ANCONA: Minoli 5, Panzini 17, Centanni 5, Quarisa 9, Aguzzoli, Gospodinov, Cacce 19, Giombini 17, Anibaldi 11, Carboni – All. Coen; Vice Pancotto


OZZANO: Landi ne, Folli 2, Iattoni 2, Galletti ne, Cisbani, Klyuchnyk 11, Chiappelli 17, Barattini 6, Ceparano 8, Bonfiglio 13, Lasagni 6 – All. Loperfido; Vice Pizzi


Arbitri: Silvestri (RM) – Marcelli (RM)

Note: Spettatori 200 circa; fallo antisportivo a Aguzzoli (Ancona) all’8’



Brutta sconfitta al Pala Rossini di Ancona per i New Flying Balls. La squadra di coach Loperfido esce con un referto giallo pesante, -18 il punteggio finale (83-65), che testimonia come il periodo non troppo felice per le “Palle Volanti” non sia ancora passato, mentre si conferma il momento eccellente della Luciana Mosconi che, centrando la quinta vittoria consecutiva, la squadra del Conero aggancia il terzo posto in classifica.


Che in casa Sinermatic non si trattasse di una delle serate migliori lo si è capito già nei primi minuti, quando dai primi possessi sono arrivate palle perse e falli in attacco. Fortuna vuole anche l’inizio offensivo dei padroni di casa non è anch’esso dei migliori, capace di segnare solo 6 punti nei primi 4 minuti (6-0). E proprio allo scoccare del quarto minuto Ozzano si sblocca, merito di Bonfiglio con il suo marchio di fabbrica da fuori. Lo stesso play- ozzanese una manciata di secondi dopo fa 6-6, prima della risposta anconetana firmata Giombini (9-6 al 5’). Al minuto 7 sul 12-10 per Ancona, la squadra di casa commette fallo antisportivo. La Sinermatic spreca l’occasione, con uno 0/2 dalla lunetta e con una palla persa nell’azione in attacco. Errori che costano carissimo, perché la Luciana Mosconi dall’altra parte segna con Panzini e Cacace tre triple consecutive che proiettano gli uomini in maglia verde avanti di 11 alla prima sirena (21-10).


La Sinermatic subisce il colpo, e l’inizio del secondo periodo è buio totale. Non per Ancona che continua a segnare a raffica dalla linea dei 6,75 issandosi addirittura sul +19 (31-12) al minuto 13. I time out di coach Loperfido stavolta non portano come in passate occasioni i risultati sperati, merito anche dei ragazzi di coach Coen, che tirano con percentuali irreali dall’arco. Cacace firma il +22 Ancona al 16’ (38-26) mentre negli ultimi minuti del quarto la Sinermatic limita i danni, e con i canestri di Bonfiglio e Chiappelli va all’intervallo lungo sul -14 (42-28) lasciando qualche speranza di ritornare in partita nel secondo tempo.


Così non è, perché dopo il -12 firmato Chiappelli arriva un sonoro 8-0 di parziale a cura della coppia anconetana Giombini-Panzini. Ozzano è di nuovo a -20 (50-30) e questa volta fatica a riaccorciare il gap perché ad ogni canestro ozzanese (prima Bonfiglio poi Lasagni) c’è la replica marchigiana. Tant’è che alla terza sirena Ancona è saldamente in controllo del match, sul +22 (67-45).


Nell’ultimo quarto ormai non c’è più partita, con Ancona che continua a macinare triple (con Panzini e il giovane Anibaldi) mentre Ozzano limita il passivo con i canestri di Kluchnyk fino all’83-65 finale.


Ancona vince e convince, con numeri davvero impressionanti: 16 triple e 50% dall’arco sfiorato. Quattro giocatori in doppia cifra con 19 segnature di Cacace e 17 a testa di Panzini e Giombini. Da segnalare anche i 14 rimbalzi di Quarisa. Per Ozzano non bastano i 17 punti di Chiappelli e i 13 di Bonfiglio. La Sinermatic torna in Emilia con un altro ko pesante dopo quello di quattordici giorni fa a Rieti ed ora dovrà pensare al prossimo scoglio, questa volta casalingo, visto che sabato sera in Viale 2 Giugno arriva la corazzata Rimini.


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano