Sinermatic a Faenza per un altro match chiave


A pochi giorni dalla bella vittoria casalinga contro Rimini i New Flying Balls si apprestano ad affrontare un’altra formazione romagnola. Questa volta però le “Palle Volanti” ozzanesi saranno in trasferta, questa volta l’avversario è la temibile Raggisolaris Faenza.



Faenza-Ozzano è ormai un Derby assodato in Serie B, fra due Società che si affrontano sul parquet per il terzo anno consecutivo durante la stagione regolare. Nei tre match disputati gli anni scorsi (il quarto è stato prima rinviato poi annullato proprio alla vigilia della palla a due per l’arrivo della pandemia) Ozzano è avanti 2-1, ma la Raggisolaris nello storico complessivo può vantare un 2-0 maturato nella C Regionale 2013/14, dato che capovolge di fatto questa curiosa statistica.


Tornando invece alla stagione in corso e alla partita di domenica (palla a due al consueto orario delle 18:00, diretta streaming su LNP Pass), La Sinermatic arriva al PalaCattani sulle ali dell’entusiasmo per il successo infrasettimanale contro Rimini, ma per i biancorossi resta l’obbligo di vincere per mantenere vive le speranze di salvezza immediata. La Rekico invece arriva da un -15 occorso nella trasferta di Livorno contro la capolista, un epilogo comunque dolce-amaro visto che proprio mercoledì, nonostante il ko, i faentini hanno matematicamente conquistato un posto nei prossimi play-off, garantendosi fra l’altro un piazzamento fra le prime sei della classe.


La Raggisolaris infatti è una squadra forte, profonda, come ci spiega coach Grandi nel suo consueto pre-partita: “Faenza è una squadra molto organizzata che gioca un bellissimo basket di sistema; hanno un roster molto profondo che puo’ permettere di cambiare assetti tattici nel corso della partita, trovando ogni volta protagonisti diversi. E’ una squadra che in difesa aggredisce gli avversari, pressando e mettendo mani addosso; Stanno disputando un grandissimo campionato – ammette l’allenatore biancorosso - sicuramente sarà per noi una partita molto complicata”.

Ma cosa deve fare Ozzano per provare a portare a casa il referto rosa? “Per noi quella di domenica sarà una vera e propria battaglia, dovremo giocare con le nostre armi migliori che sono il ritmo e aggressività difensiva. Dobbiamo fare una partita di grande energia, mettendo in campo tutte le energie che ci sono rimaste e quando saremo in debito d’ossigeno dobbiamo tirare fuori anima e cuore, fattori che quest’anno ci hanno contraddistinto e che domenica saranno fondamentali per portare a casa i due punti che per noi sono di vitale importanza. Lotteremo in campo fino alla morte per strappare la posta in palio”.


Marco Rivola

Area Comunicazione Sinermatic Ozzano