top of page

Sinermatic, niente da fare in terra romana: alla Luiss gara 2


LUISS ROMA - SINERMATIC OZZANO 83 - 72

Parziali: 30-23; 47-37; 57-58


ROMA: Murri 10, Perotti 1, Jovovic 19, Allodi 15, Fallucca 13, Pasqualin 13, D'Argenzio 9, Invernizzi ne, Barbon, COnverso ne, Tolino, Di Bonaventura 3 - All. Paccariè


OZZANO: Carpani 6, Folli 11, Salsini ne, Felici 2, Galletti ne, Balducci 15, Klyuchnyk 11, Chiappelli 9, Barattini 14, Bonfiglio, Buscaroli 1, Lasagni 3 - All. Loperfido; Vice Pizzi; Ass. Agriesti


Arbitri: Guarino (CB )- Fiore (SA)

Note: Spettatori 200 circa; n. 2 falli tecnici alla panchina di Ozzano, fallo tecnico a Barattini e coach Loperfido (espulso al 26'); Falli antisportivi a Barattini e Klyuchnyk; Barattini espulso al 36'



Niente da fare per la Sinermatic Ozzano, uscita sconfitta 83-72 anche in gara 2 dalla Luiss Roma. Match in cui i biancorossi sono riusciti a rimontare dal -14, ma nel finale i padroni di casa hanno sfruttato il fattore campo per strappare un successo che porta la serie sul 2-0; ora si va ad Ozzano, con il match in programma venerdì sera alle 21.


Ottima partenza ozzanese che dopo 4 minuti trovano il +7 (4-11) trascinati dal giovane Balducci. Roma entra presto in partita e in poco più di 60 secondi piazza un importante break di 8-0 che ribalta punteggio ed inerzia. La Luiss trova canestri importanti nel proseguo della frazione e tocca il +7 alla prima pausa (30-23) ma è nel secondo quarto dove i padroni di casa, sfruttando anche una maggior presenza a rimbalzo, trovano la doppia cifra di vantaggio. Ozzano cerca in qualche modo di aumentare l'intensità difensiva ma viene falcidiata dai falli (saranno 16 i liberi tirati in più dai padroni di casa a fine partita); in più si aggiungono due falli tecnici alla panchina biancorossa. Roma tocca così anche il +13 sul finire della frazione ma è nel terzo quarto dove esce l'orgoglio dei ragazzi di coach Loperfido: dal 47-37 dell'intervallo lungo, nasce un 0-10 di parziale ospite, che in 3 minuti e mezzo impatta al match a quota 47.


Nei minuti successivi Barattini e Carpani spingono gli ozzanesi fino al +4 (48-52) e in più di un'occasione la Sinermatic ha la palla per il triplo possesso di margine. Vantaggio che non si concretizza causa qualche palla persa di troppo e un paio di tiri forzati; al minuto 26 la svolta del match: un più che discutibile fallo antisportivo a Barattini (soprattutto se paragonato anche ad episodi precedentemente avvenuti e non sanzionati) portano all'espulsione di coach Loperfido (terzo tecnico alla panchina, ma il coach ozzanese stava discutendo con il proprio dirigente accompagnatore); di fatto cambia l'inerzia del match, si alzano i decibel del PalaLuiss e la partita prosegue con un alto indice di nervosismo. In tutto questo chi si avvantaggia è Roma, che sfrutta una maggior lucidità e precisione per tornare avanti nel punteggio in avvio dell'ultimo quarto.


La Luiss prova a piazzare il break decisivo ma la Sinermatic reagisce ancora e con il duo Barattini-Folli torna a condurre (61-64); in casa Luiss si accende capitan Murri con 5 punti consecutivi che permettono ai romani di rimettere in naso avanti. Chiappelli non molla con la bomba del -1 ma dall'altra parte nuovo break dei padroni di casa con la coppia Jovovic-Pasqualin. Sul +7 Roma a 3'30" dalla fine Ozzano perde Barattini (fallo tecnico) e successivamente anche Klyuchnyk (antisportivo e 5° fallo). I Flying alzano bandiera bianca, finisce 83-72 Roma con la serie che come detto si sposta ora in Emilia.

bottom of page